Innovazione

3

Innovation Hub&Lab
aperti in Italia e Catania,
Pisa e Milano

7

Innovation Hub aperti nel mondo
a Silicon Valley, Boston, Tel Aviv
Madrid, Mosca, Santiago del Cile
Rio de Janeiro

2.500

startup con cui è entrata
in contatto Enel

25

challenge di innovazione
e sostenibilità lanciata da Enel

Enel opera attraverso un modello di Open Innovability in cui le soluzioni, oltre a essere innovative, garantiscono sostenibilità nel lungo periodo sia per il business sia per le comunità, creando valore condiviso e condivisibile. Un ecosistema basato sull’apertura e sulla condivisione che permette di connettere tutte le aree dell’Azienda con startup, partner industriali, piccole e medie imprese, centri di ricerca, università ed ecosistemi di solver, tramite diversi strumenti come, per esempio, le piattaforme di crowdsourcing (openinnovability.com) e la rete di Innovation Hub. A oggi sono attivi 83 accordi di partnership d’innovazione, tra cui 6 nuovi accordi globali e trasversali all’interno del Gruppo sottoscritti nel 2019, oltre al rilancio di collaborazioni già avviate per favorire l’accesso al credito alle startup e alle piccole e medie imprese che lavorano nell’ecosistema Enel. Le partnership permettono di sviluppare, oltre ai campi d’azione tradizionali come le rinnovabili e la generazione convenzionale, anche nuove soluzioni per la mobilità elettrica, le microgrid, l’efficienza energetica e l’industrial IoT, nonché di economia circolare. Nel 2019 è stata anche avviata una collaborazione con il settore aerospaziale, avente come oggetto l’utilizzo delle tecnologie satellitari per l’osservazione delle reti di distribuzione per prevenire perdite di rete e furti di energia e la cyber security. Durante l’ultimo anno, Enel ha aperto 1 nuovo Hub a Boston, consolidando la propria presenza nei migliori ecosistemi di innovazione nel mondo con 10 Innovation Hub (Silicon Valley, Boston, Tel Aviv, Madrid, Mosca, Santiago del Cile, Rio de Janeiro, Milano, Pisa e Catania) e 5 Innovation Lab (Milano, Pisa, Catania, Haifa eSão Paulo). Inoltre, il Gruppo ha allargato ulteriormente gli ambiti di collaborazione con le startup e ha aperto a esse anche tutti i 20 laboratori del Gruppo dedicati alle principali aree di sviluppo tecnologico, tra cui le smart grid, le rinnovabili, la digitalizzazione, per favorire le collaborazioni dirette tra Business Line e startup. Grazie alla capillare presenza negli ecosistemi di innovazione e all’organizzazione di più di 25 bootcamp, attività di scouting dedicate a specifiche tecnologie di interesse del Gruppo, durante il 2019 Enel è entrata in contatto con circa 2.500 startup e ha lanciato più di 60 nuove collaborazioni. Tra i progetti avviati nel 2019 ricordiamo la collaborazione con una startup di Catania per la costruzione di una piattaforma automatizzata per controllare a distanza gli impianti fotovoltaici. Inoltre è stata creata una rete di partner per aiutare le startup e le piccole e medie imprese che collaborano con il Gruppo a crescere trovando capitali e industrializzando le proprie soluzioni per una più rapida diffusione su larga scala. Le attività di innovazione sono gestite, in conformità con la normativa vigente e con i compliance program di Enel, dalla Funzione Innovability (Innovation and Sustainability) in collaborazione con le diverse Funzioni di Holding e Linee di Business in tutti i Paesi in cui il Gruppo opera. Sono presenti strutture dedicate a livello di Linea di Business al fine di agevolare lo sviluppo e la diffusione di soluzioni innovative. Annualmente viene definito un piano di innovazione triennale in linea e a supporto delle priorità strategiche del Gruppo, sottoposto all’approvazione del Comitato Innovazione di Gruppo, presieduto dall’Amministratore Delegato e condiviso con il top management. Le priorità dell’innovazione per il triennio 2020-2022 sono legate ai pilastri strategici del Gruppo e al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, e riguardano: digitalizzazione della relazione con i clienti (app per i clienti, chatbot sui social network, assistenti virtuali), pagamenti digitali e piani di rateizzazione digitali (“Everywhere commerce”), “Voice of customer” per il miglioramento continuo, economia circolare e sconti in bolletta, offerte inclusive dedicate a clienti della terza età, appartenenti a fasce deboli, emarginati, vulnerabili, accanto a un sistema paperless e servizi digitali innovativi e inclusivi, al consumo responsabile e a offerte flessibili grazie all’utilizzo dei nuovi Open Meter. Il processo di innovazione è monitorato attraverso l’utilizzo di specifici indicatori.

Link di approfondimento: