Principali tipologie di rischio

Per la natura del proprio business e la relativa distribuzione geografica, il Gruppo Enel è esposto a diverse tipologie di rischio ESG (ambientale, sociale e di governance). Nell’identificazione dei potenziali rischi sono stati considerati i risultati dell’analisi di priorità e le valutazioni di rischio effettuate nell’ambito del processo di due diligence sui diritti umani svolto da Enel, nonché le raccomandazioni di enti esterni, come il Global Risk Report 2020 del World Economic Forum (WEF) e i risultati delle analisi di alcune agenzie di rating ESG internazionalmente più accreditate. L’analisi tiene in considerazione la valutazione del rischio percepito dai principali stakeholder esterni, in assenza di controlli. La mappatura di tali rischi è in linea con l’approccio seguito per l’identificazione dei principali rischi aziendali (finanziari, strategici, di governance, operativi, digitali e di compliance), sui quali viene effettuato un monitoraggio continuo attraverso il processo di internal auditing aziendale.
In particolare i principali rischi ESG identificati sono i seguenti.


Dimensione ambientale:

Rischi climatici

I rischi fisici derivanti dal cambiamento climatico potrebbero provocare danni ad asset e infrastrutture, con la conseguente possibilità di prolungata indisponibilità degli stessi. Inoltre, la transizione verso un modello energetico a emissioni zero potrebbe comportare rischi legati a modifiche normative/regolatorie, politiche, legali, tecnologiche e di mercato associate alla lotta al cambiamento climatico;

Link di approfondimento:

Rischi di natura ambientale

Le normative più restrittive in materia di protezione ambientale richiedono alle aziende di porre in essere specifiche azioni per minimizzare il proprio impatto ambientale. L’aumento della popolazione e la crescita economica generano impatti correlati alla scarsità delle risorse e alla gestione dell’acqua. Inoltre sono presenti rischi legati alle crisi idriche, dovuti a cambiamenti climatici e ai livelli di utilizzo della risorsa idrica.

Link di approfondimento:


Dimensione sociale:

Rischi legati al capitale umano

Le profonde trasformazioni del settore energetico richiedono la presenza di nuovi profili e competenze professionali. Le organizzazioni devono orientarsi verso nuovi modelli di business agili e flessibili, e le politiche di valorizzazione delle diversità e di gestione e promozione dei talenti diventano elementi chiave per aziende che stanno gestendo la transizione e hanno una presenza geografica diffusa;

Link di approfondimento:

Rischi legati alla salute e sicurezza sul lavoro

Tali rischi sono da ricondursi allo svolgimento delle attività operative presso i siti e gli asset del Gruppo, la cui identificazione è stata effettuata attraverso un’analisi dei principali eventi occorsi negli ultimi tre anni;

Link di approfondimento:

Rischi legati al coinvolgimento delle comunità locali

La presenza in un perimetro geografico così vasto implica necessariamente un confronto con realtà differenti tra loro e una conoscenza approfondita del territorio e delle esigenze dei vari interlocutori. In tale contesto lo sviluppo di progetti infrastrutturali potrebbero comportare critiche o condivisioni parziali, ed esporre il Gruppo a rischi reputazionali e operativi, legati per esempio a ritardi nell’esecuzione dei progetti o alla chiusura degli stessi.

Link di approfondimento:

 


Dimensione di business e governance:

Rischi di business continuity

Un’interruzione parziale o totale delle attività operative e/o commerciali potrebbe esporre a rischi di incorrere in sanzioni, perdite e danni reputazionali;

Link di approfondimento:

Rischi legati ad attacchi cibernetici

L’era della digitalizzazione e dell’innovazione tecnologica implica per le organizzazioni una crescente esposizione degli asset agli attacchi cyber, sempre più numerosi e sofisticati;

Link di approfondimento:

Rischi connessi a digitalizzazione, efficacia IT e continuità del servizio

Il Gruppo Enel sta effettuando una completa trasformazione digitale dell’intera catena del valore, che lo rende più esposto a rischi legati al funzionamento dei sistemi IT (Information Technology) e che potrebbero comportare interruzioni del servizio o perdite di dati.

Link di approfondimento:

 

Rischi connessi alla protezione dei dati personali

La crescita del Gruppo a livello globale per numero di clienti e aree geografiche implica una naturale esposizione ai rischi legati alla protezione dei dati personali, anche in considerazione della sempre più corposa normativa in materia di privacy, la cui mancata attuazione può causare perdite economiche o finanziarie e danni reputazionali;

Link di approfondimento:

Rischi di compliance

Eventuali violazioni di leggi e regolamenti e dei princípi enunciati nei Compliance Program aziendali potrebbero esporre al rischio di incorrere in sanzioni giudiziarie o amministrative, perdite economiche o finanziarie e danni reputazionali; 

Link di approfondimento:

In relazione agli specifici ambiti previsti dal D.Lgs. 254/16 in materia di diritti umani e lotta alla corruzione, si rimanda alle sezioni dedicate del Bilancio di Sostenibilità.

Nella tabella “Principali rischi ESG” del capitolo “Corporate Governance” sono riportate le modalità di gestione e le azioni di mitigazione da parte del Gruppo, unitamente a una più approfondita descrizione dei rischi ESG.

Link di approfondimento: